Racconti

Noi amiamo raccontare storie. Crediamo che lo storytelling in tutte le sue forme – dalla scrittura alla fotografia, all’illustrazione, al cinema, al videogame – sia la chiave per instaurare un dialogo vero e proficuo tra passato e presente. Perché ci fa entrare in contatto diretto con la vita vera del passato e abbatte ogni barriera culturale. Storytelling è l’arte di parlare dell’uomo all’uomo, di toccare le nostre corde più profonde: è la capacità tutta umana di dare forma all’invisibile. Eccovi dunque le nostre storie.

 

Leonida. Un giorno da eroe

Termopili, 480 a.C. Leonida e i suoi trecento contro l’intera armata persiana. Eroismo oppure follia?

Aiace: una vita da gregario

Aiace: una vita da gregario

Di Aiace si ricordano quasi solo la strage e il suicidio. Eppure fu più forte degli Achei a Troia. Però con lui tramonta il tempo degli eroi

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ultima cena in solitudine

Ultima cena in solitudine

Si prospetta una Pasqua in solitudine per i protagonisti dell’Ultima cena di Leonardo da Vinci. Come avranno reagito alla notizia?

leggi tutto
Il segreto di Servilia

Il segreto di Servilia

Strane e inquietanti aggressioni si verificano per tutta Roma. Le indagini dei vigiles conducono alla porta di una donna, nota alle autorità come indovina. Ma nulla è come sembra

leggi tutto
Pane nostro

Pane nostro

Appena tornata dalla caccia, Nilia deve sfamare i suoi bambini. Ma una famiglia straniera, giunta al villaggio da molto lontano porterà scompiglio e preziose novità…

leggi tutto
Com’è nata la Diatreta Trivulzio? Una storia

Com’è nata la Diatreta Trivulzio? Una storia

La cosiddetta Diatreta Trivulzio è una coppa per bere in vetro, raffinatissima. Ma come si realizzavano le coppe diatrete? E chi ebbe per primo l’idea?
Un racconto scritto per l’insegnamento di Archeologia pubblica della Scuola di specializzazione in beni archeologici dell’Università Statale di Milano

leggi tutto

È il nostro giallo controcorrente e scoprirete perché. Ambientato a Nola dove è stata scoperta quella tomba splendida della fine del IV secolo a.C. che ritrae cortei di guerrieri sanniti, capolavoro della collezione della Magna Grecia del Museo archeologico di Napoli. Insomma si parlerà di guerrieri e di armi, ma non solo. Ci saranno tensioni, brividi, colpi di scena… senza un attimo di tregua.