Centro studi

[tdc_zone type=”tdc_content”][vc_row][vc_column width=”2/3″][td_block_title title_tag=”h4″ custom_title=”Centro studi” block_template_id=”td_block_template_2″ f_header_font_transform=”none” f_header_font_size=”30″ f_header_font_weight=”400″][vc_single_image image=”2618″ alignment=”center” tdc_css=”eyJhbGwiOnsibWFyZ2luLXRvcCI6Ii0yMCIsImRpc3BsYXkiOiIifX0=”][vc_column_text]Fondato nel novembre 2016, il Centro studi per l’archeologia pubblica Archeostorie® dà vita alla nostra doppia anima che intreccia attività pratica e riflessione teorica: promuove e realizza sia studi che progetti finalizzati a condividere l’archeologia con i cittadini in modo trasparente e aperto. Perché l’incontro tra ricerca scientifica e cittadini deve avvenire con metodo e rigore, e l’impatto della ricerca sulla società deve venire seriamente valutato per essere poi davvero apprezzato da tutti.

Per questo, oltre ad Archeostorie Magazine – spazio aperto di notizie e idee – il Centro pubblica libri su temi connessi all’archeologia pubblica, e la rivista scientifica Archeostorie. Journal of Public Archaeology che ha lo scopo di indagare forme e ruolo dell’archeologia nella nostra società, e costruire col tempo una teoria che emerga dalla pratica quotidiana.

L’archeologia pubblica secondo noi

Per noi di Archeostorie®, archeologia pubblica non significa solo aprire la ricerca ai cittadini, ma anche coinvolgerli nel processo decisionale sul destino della ricerca stessa. Perché il passato appartiene a tutti noi, e chi lo studia lo fa per conto della comunità. Il suo compito è far capire a tutti quanto il passato influisca nelle nostre scelte quotidiane. E sarà poi la comunità tutta a decidere come usare il proprio passato.

Nella moderna società della conoscenza non può esistere separazione netta tra ricercatori e i cittadini: democrazia significa garantire a ciascuno il diritto alla ‘cittadinanza scientifica’.

Mission di Archeostorie®

Noi di Archeostorie® inventiamo modi sempre nuovi di fare archeologia che, stimolando i cittadini alla partecipazione, siano economicamente sostenibili e promotori di innovazione sociale. E favoriamo ogni forma di citizen science in archeologia, purché rispetti la qualità della ricerca e la professionalità degli archeologi.

Vogliamo far toccare con mano i resti del passato a tutti i cittadini, far provare quell’‘emozione del passato’ che sola ne trasmette il valore. Generando quel processo che dall’emozione passa per la comprensione e il rispetto, giungendo alla tutela.

Si tutela il passato solo se lo si vive, se entra a far parte della nostra vita quotidiana.

Lo storytelling: chiave per il dialogo e strumento di ricerca

Ma soprattutto, noi di Archeostorie® amiamo le storie antiche e sappiamo bene che tutti le possono amare, se trovano qualcuno che le sa raccontare. Crediamo dunque che lo storytelling in tutte le sue forme – dalla scrittura alla fotografia all’illustrazione al cinema al videogame – sia la chiave per instaurare un dialogo vero e proficuo tra passato e presente.

Proprio come l’emozione di toccare gli oggetti antichi, lo storytelling ci fa entrare in contatto diretto con la vita vera del passato, ed evoca un confronto personale – ancorché immaginario – con i nostri antenati. Un vero dialogo capace di abbattere ogni barriera culturale. Storytelling è l’arte di parlare dell’uomo all’uomo, di toccare le nostre corde più profonde. È la capacità tutta umana di dare forma all’invisibile.

E non solo: poiché un racconto deve scorrere fluido e senza lacune, lo storytelling stimola la nostra la curiosità sulla vita nel passato e promuove così la ricerca stessa, generando un circolo realmente virtuoso.

Ruolo sociale dell’archeologo

Noi di Archeostorie® ci adoperiamo anche per accrescere negli archeologi la consapevolezza del ruolo sociale della professione: far sì che sempre più archeologi percepiscano la condivisione della ricerca come un dovere, e un’attività che va affrontata col medesimo impegno e la medesima serietà della ricerca.

Poiché poi, al giorno d’oggi, le attività ‘pubbliche’ degli archeologi hanno dato vita a professionalità precise, soprattutto nei settori della comunicazione e della gestione dei beni archeologici, noi vi abbiamo dedicato il nostro libro d’esordio, Archeostorie. Manuale non convenzionale di archeologia vissuta (Cisalpino, 2015). E continuiamo a fare pressione perché si percepisca l’importanza di una seria preparazione professionale per queste figure, e ne sosteniamo la necessità e l’affermazione all’interno della disciplina stessa e nella società.

Vision

Obiettivo di Archeostorie® è la creazione di una community di persone desiderose di contribuire – ciascuno con le proprie capacità e conoscenze – alla continua scoperta della nostra storia.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″ is_sticky=”yes”][vc_widget_sidebar sidebar_id=”td-default” tdc_css=”eyJhbGwiOnsiZGlzcGxheSI6IiJ9fQ==”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/3″][td_block_image_box custom_title=”I nostri partner” alignment=”top” display=”vertical” custom_titles_color=”#ffffff” image_item0=”2892″ image_title_item0=”Past in progress” custom_url_item0=”https://www.archeostorie.it/past-in-progress/” open_in_new_window_item0=”true” tdc_css=”” height=”200″][/vc_column][vc_column width=”1/3″][/vc_column][vc_column width=”1/3″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][td_block_image_box custom_title=”Abbiamo lavorato con:” image_item0=”3041″ image_title_item0=”Ravennantica” custom_url_item0=”http://www.ravennantica.it/” open_in_new_window_item0=”true” image_item1=”2990″ image_title_item1=”Archeoframe Iulm” custom_url_item1=”http://www.iulm.it/wps/wcm/connect/iulmit/iulm-it/ricerca/progetti-di-ricerca/laboratorio-di-valorizzazione-e-comunicazione-dei-beni-archeologici” open_in_new_window_item1=”true” image_item2=”2991″ image_title_item2=”BMTA – Borsa mediterranea del turismo archeologico” custom_url_item2=”http://www.borsaturismoarcheologico.it/” open_in_new_window_item2=”true” height=”200″][td_block_image_box image_item0=”2993″ image_title_item0=”Tourisma” custom_url_item0=”http://www.tourisma.it/home/” open_in_new_window_item0=”true” image_item1=”3129″ image_title_item1=”Fondazione Aquileia” custom_url_item1=”https://www.fondazioneaquileia.it/” open_in_new_window_item1=”true” image_item2=”3137″ image_title_item2=”Q Academy” custom_url_item2=”http://www.qacademy.it/” open_in_new_window_item2=”true” open_in_new_window_item3=”true” height=”200″][td_block_image_box image_item0=”3136″ image_title_item0=”Museo Etrusco di populonia” custom_url_item0=”http://www.piccolimusei.com/museo/museo-etrusco-di-populonia-collezione-gasparri/” open_in_new_window_item0=”true” image_item1=”3925″ image_title_item1=”Erpac” custom_url_item1=”http://erpac.regione.fvg.it/” open_in_new_window_item1=”true” image_item2=”3320″ image_title_item2=”Zetema progetto cultura” custom_url_item2=”http://www.zetema.it/” open_in_new_window_item2=”true” separator=”” height=”200″ horizontal_separator_item1=”” horizontal_separator_item2=”” horizontal_separator_item3=””][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/3″][td_block_image_box image_item0=”3847″ image_title_item0=”Parchi val di Cornia” custom_url_item0=”http://www.parchivaldicornia.it/it/” open_in_new_window_item0=”true” height=”200″][/vc_column][vc_column width=”1/3″][/vc_column][vc_column width=”1/3″][/vc_column][/vc_row][/tdc_zone]