Come si fa un Museo della lingua italiana. Intervista a Giuseppe Antonelli

Gli oggetti possono raccontare in modo concreto l’evoluzione della nostra lingua. Ne abbiamo parlato con Giuseppe Antonelli, autore de Il museo della lingua italiana

Museo della lingua italiana
Giuseppe Antonelli firma le copie de Il museo della lingia italiana (Mondadori).

Come si fa a realizzare un museo in grado di raccontare l’evoluzione della nostra lingua, da Dante ai nostri giorni? Chi ha le idee ben chiare sull’argomento è Giuseppe Antonelli, docente di Linguistica italiana all’Università di Cassino e conduttore della trasmissione di Rai Radio Tre La lingua batte, che ha pubblicato un libro molto dettagliato sul tema: Il museo della lingua italiana (Mondadori).

Il Museo della lingua italiana

Antonelli propone di costruire un vero e proprio museo su tre piani: uno dedicato all’Italiano antico, uno all’Italiano moderno e uno all’Italiano contemporaneo. Per rappresentare – e, molto più spesso, per evocare – le parole, Antonelli immagina di utilizzare oggetti di uso comune, sia antichi che contemporanei: si va dalla carrozza al motorino Ciao, dal fiorino – moneta fortissima nel Rinascimento – al divano di casa, dal disco in vinile al pallone da calcio.

Abbiamo chiesto a Giuseppe Antonelli di spiegarci più nel dettaglio quale sia la sua idea di racconto attraverso gli oggetti. Per sapere cosa ci ha risposto, cliccate qui.

Ascolta l’intervista a Giuseppe Antonelli

Ascolta “Intervista a Giuseppe Antonelli. Come si fa il museo della lingua italiana?” su Spreaker.
Il museo della lingua italiana
di Giuseppe Antonelli
Mondadori
Euro 33,00

Iscriviti alla nostra newsletter



Lascia un commento!