Montegrotto, archeologia ‘aperta’ grazie a concerti e crowdfunding

All’area archeologica di Montegrotto (PD) archeologia e musica con un crowdfunding aperto alle offerte anche in ‘natura’

Montegrotto terme
Montegrotto Terme, villa Romana di via Neroniana. © Associazione Lapis

Una serie di concerti e un crowdfunding aperto anche alle donazioni ‘in natura’. È un esperimento particolare e divertente quello dell’Area Archeologica di Montegrotto Terme, dove da oggi fino a domenica 1 luglio sarà presentata la rassegna Musica Margister! Notturni musicali – Musica in famiglia.

Famiglie al parco di Montegrotto

L’idea è rendere l’area archeologica un luogo ‘vivo’ e aperto alla cittadinanza. Famiglie e singoli cittadini che magari non sono frequentatori abituali di musei e siti archeologici e che, con la scusa dei concerti, potranno entrare liberamente nell’area archeologica, conoscerla da vicino e anche ‘viverla’ per una sera.

Programma concerti area archeologica di Montegrotto
Programma concerti area archeologica di Montegrotto

Il crowdfunding che coinvolge tutta la cittadinanza

Per sostenere questa iniziativa ci si è affidati a un crowdfunding molto particolare. La campagna è stata lanciata sui social dell’Associazione Lapis  che si occupa delle visite guidate al sito: oltre alla raccolta fondi tradizionale, con indicazione dell’IBAN e della causale per il bonifico, l’organizzazione ha deciso di accettare anche altri tipi di contributi da parte di eventuali benefattori, come candele, piatti usa e getta e altri materiali, che potranno essere forniti direttamente da cittadini sensibili.

Candele e piatti fanno parte del crowdfounding

Marianna Bressan, funzionario archeologo della Soprintendenza archeologica del Veneto, spiega così la scelta: “Abbiamo deciso di lanciarci nel crowdfunding perché i contributi privati che siamo riusciti a raccogliere finora non sono sufficienti a coprire i costi. Quanto speriamo di raccogliere, non so dire. Ci auguriamo che sia abbastanza per contribuire sensibilmente alla copertura dei costi.

La campagna è partita il 24 aprile. Non abbiamo scadenza, perché abbiamo chiesto anche contributi ‘in natura’ (candele, piatti usa e getta). Queste cose possono servire fino alla data dell’ultimo spettacolo, che è il 1 luglio. Speriamo partecipino gli ‘amici’ del luogo e tutti quelli che hanno a cuore la possibilità di vivere l’area archeologica in modo alternativo. Già una volta in passato abbiamo chiesto fondi ai cittadini, 100 euro per una bacheca per l’area archeologica di via Neroniana, e abbiamo trovato subito una donatrice generosa che ha elargito la cifra tutta intera.”

Il primo concerto con la grande musica del cinema

Il primo evento sarà dunque questa sera: ci saranno ‘Suoni e immagini del cinema d’autore’ con musiche dai film di Nino Rota, Ennio Morricone e Nicola Piovani.

Tutti i concerti avranno inizio alle ore 20.30.

Per informazioni e prenotazioni

Associazione Lapis 3890235910
lapisarcheologia@gmail.com

Iscriviti alla nostra newsletter



Lascia un commento!