Home ArcheoCommenti

ArcheoCommenti

Siamo schietti: diciamo le cose come stanno senza guardare in faccia nessuno. Commentiamo quel che accade in archeologia e nel mondo dei beni culturali in generale, ma mai a caldo. Valutiamo, piuttosto. E poi raccontiamo, fuor di cronaca, il nostro modo di vivere il patrimonio. Raccontiamo come fare, secondo noi, perché possa catturare quanti più cittadini possibile. Li possa sedurre, affascinare, divertire e far riflettere. Ecco a voi i nostri editoriali.

rapporto Symbola, Io sono cultura,

Rapporto Symbola e mestieri dell’archeologia: cosa dicono i numeri

In base ai dati dell’ultimo rapporto Symbola, quali sono le prospettive lavorative per gli archeologi? Su quali ambiti possono puntare? L’analisi di Archeostorie
Catania, Piazza Stesicoro, patrimonio culturale

Il patrimonio culturale fra paure e speranze – seconda parte

La seconda e ultima parte del testo integrale del magistrale discorso tenuto da Daniele Manacorda il 31 marzo scorso all’Università di Messina nell’ambito dell’incontro Il patrimonio culturale di tutti, per tutti. Una lunga lista di paure per il nostro patrimonio culturale - che sono soprattutto paure del cambiamento -, e di relative speranze che invece si dovrebbero coltivare. E trasformare in opportunità per il presente e per il futuro
rievocazione.storica-figurante

Cosa insegna Peter Ucko, il fondatore, all’archeologia pubblica d’oggi

Cos’era l’archeologia pubblica ai suoi esordi come disciplina? Qualcosa di diverso da quel che si pratica oggi in Italia. Mentre si dovrebbe tornare alle origini: all'archeologia politica di Peter Ucko
Ulisse Nausicaa Feaci

I Feaci e il dovere di soccorrere i naufraghi

Ulisse era un re ma i Feaci non lo sapevano. Per loro era solo un naufrago. E come tale il loro re Alcinoo lo ha accolto alla sua reggia e alla sua tavola

Quale storytelling per i nostri musei?

I nostri allestimenti museali sono per buona parte obsoleti, non rispondono più alle esigenze del mondo d’oggi. Uno storytelling competente e al passo coi tempi è la chiave del cambiamento. Questa la tesi di Archeostorie che avremo il piacere di discutere con chi verrà venerdì 28 ottobre alla Borsa di Paestum all’incontro Racconti da museo. Faremo scintille!
tourisma_dibattito-archeologia pubblica

Cosa intendiamo per archeologia oggi? La riflessione di Daniele Manacorda

È stato l’esordio perfetto. Il dibattito sull’archeologia pubblica organizzato da Archeostorie a TourismA 2017 sabato scorso, si è aperto con un discorso magistrale di Daniele Manacorda sull’alto ruolo dell’archeologia nel nostro mondo. Chi non l’ha udito di persona lo legga qui in versione integrale: dà un senso vero a tutte le nostre fatiche e le nostre vite
video

Sant’Efisio e Mont’e Prama: ma la vera fantarcheologia di Sardegna è altrove

Sardegna: con un colpo di mano, i Giganti di Mont’e Prama sono diventati Eroi, e hanno perduto il loro fascino. E un’operazione bella come la mostra su Sant’Efisio non incontra i favori dei puristi. Mentre la fantarcheologia isolana furoreggia indisturbata
archeologia come un pianoforte in stazione

Storia di un pianoforte alla stazione e del perché bisogna aprire i musei

Ieri mattina alla stazione di Napoli ho visto un pianoforte che poteva essere suonato da tutti. Allora ho pensato: perché i musei non possono diventare come quel pianoforte? Andate tra la gente, aprite le porte dei musei e "liberate" quel che c'è dentro. I musei sono vuoti e in pochi si interrogano sul perché. Una risposta c'è: basta uscire a cercarla.
Poggio del Molino

Poggio del Molino, a proposito di pini e proteste social

Disastro ambientale, speculazione, incompetenza. Sono pesanti le accuse rivolte sui social agli ultimi lavori realizzati attorno all'area archeologica di Poggio del Molino. Carolina Megale chiarisce come stanno veramente le cose.
Cantalastoria

A Cantalastoria si celebrano la forza e la bellezza delle donne

Un romanzo di Daria Colombo che diventa spettacolo per aiutare donne in difficoltà. Un Festival, Cantalastoria, che guarda alla storia con gli occhi delle donne. E infine una donna brava, bella e allegra che da oggi volta pagina e va in pensione: Alberta Campitelli la forza è con te