Home ArcheoManager

ArcheoManager

Management, marketing, branding per l’archeologia: al giorno d’oggi nessuno può farne a meno, neppure l’archeologo. Però qual è, per l’archeologo, the secret mix, la combinazione vincente di un’impresa economicamente sostenibile e al contempo promotrice di innovazione sociale? Lo analizzano i nostri esperti qui su ArcheoManager, puntando ovviamente molto su crowdfunding, crowdsourcing e ogni altro modo alternativo, creativo e condiviso di finanziare l’archeologia.

Archeologia pubblica Lombardia

Archeologia pubblica in Lombardia: un’indagine rivela cosa e quanto si fa

‘Le vie della valorizzazione in Lombardia’ è un progetto che ha passato in rassegna le attività di archeologia pubblica nella regione. Per dar vita a un sistema forte e integrato
Panoramix logo

Panoramix, il cannocchiale a gettone che finanzia gli archeologi

Panoramix è l'ultima idea dell'associazione culturale Past in Progress e permetterà di avviare, attraverso la gettoniera del cannocchiale, una raccolta fondi permanente a sostegno di progetti archeologici nel territorio di Populonia. Archeostorie è partner di questa impresa.
L'area archeologica di Poggio del Molino a Piombino tra i progetti dell'Art Bonus

Dai Medici all’Art Bonus: in Toscana mecenati si nasce

La Toscana ha da poco approvato una legge regionale (18/2017) che prevede agevolazioni fiscali per le elargizioni liberali a sostegno di progetti sul patrimonio culturale e paesaggistico toscano, sia pubblico che privato, ribattezzata Art Bonus Toscana. Archeostorie ha incontrato Gianni Anselmi, promotore di questa legge, per farsi spiegare nel dettaglio come funziona.
2xmille

Addio al 2xmille alle associazioni culturali

L'esclusione delle associazioni culturali quali destinatari del 2x1000 dell’Irpef è stato un fulmine a ciel sereno per le oltre mille associazioni che si sono viste negare un’importante opportunità per finanziare le proprie attività. Le motivazioni non sono state ancora chiarite e l'ipotesi del complotto politico fa capolino tra i malpensanti
kathryn-thomson

Kathryn Thomson: il business a capo dei musei

Ebbene si, non è solo l’incubo dei più tradizionalisti sostenitori dei musei come luoghi metafisici puramente intellettuali, ma in Irlanda del Nord sono anche una felice realtà: una ex consulente strategica di decennale esperienza, Kathryn Thomson, riceve l’incarico di ristrutturare e ridefinire il circuito dei musei nazionali. ​Ed è un successo.
Tamo-Ravenna

A Ravenna, tutti assieme per promuovere la cultura

Si può definire un accordo storico. A Ravenna stato, regione, provincia e comune hanno deciso di eliminare le barriere tra i luoghi della cultura di loro proprietà, costruendo una grande offerta unitaria cittadina di turismo culturale. Il tutto è stato affidato alla Fondazione RavennAntica e vedremo cosa saprà fare. Ma è sicuramente un esempio virtuoso da imitare
MANN-collezione farnese

MANN nel paese delle meraviglie: come sarà il piano strategico 2016-2019

Senza una meta precisa, qualsiasi strada ci condurrà nel posto sbagliato. Come evitare che i nostri musei vadano alla deriva dei buoni propositi? Paolo Giulierini, nuovo direttore del MANN, una proposta ce l’ha: cominciare con un piano strategico.
Pompei, foro, branding

100 colpi di branding prima di rilanciare Pompei

Il branding e i beni culturali: panacea per istituzioni al capolinea o solo fumo negli occhi? A sei mesi dal rebranding del sito archeologico di Pompei che dovrebbe rilanciare il bene patrimonio dell’UNESCO sulla scena internazionale, è ancora difficile predirne l’esito. L’unica certezza è che per cambiare davvero non basta rifarsi il look
crowdfunding archeologico

Crowdfunding archeologico all’Isola d’Elba. Ovvero quando il barattolo batte paypal

Hanno provato col crowdfunding sul web ma con scarso successo. Eppure, i ragazzi che scavano alla Villa Romana delle Grotte nella rada di Portoferraio all'Isola d'Elba, già godono del consenso e del'aiuto della gente del posto. Perché dunque non insistere su quella via?
2x1000 alla cultura

2×1000 alle associazioni culturali: una grande occasione

Scegliere di donare il 2x1000 alle associazioni culturali è molto importante: sarà la dimostrazione concreta di quanto gli italiani abbiano a cuore quel bene comune che è la nostra cultura. Tutte le istruzioni su come fare