20.5 C
Livorno, it
martedì, ottobre 17, 2017
Home ArcheoGreen

ArcheoGreen

L’archeologia fa bene o male all’ambiente? Fa bene se promuove un turismo responsabile che l’ambiente lo rispetta, sostiene il benessere delle popolazioni locali, ed è curioso dei loro valori e saperi. Un turismo avido di conoscere non solo le pietre ma anche gli uomini che le vivono ogni giorno. Un turismo che oggi sta generando un indotto importante, e porta benefici economici oltre che ambientali. Un turismo che ci piace e che vogliamo indagare sempre più. Andando alla ricerca degli esempi più virtuosi.

Tutte le storie della stella di Natale

​In occasione del Poinsettia Day un viaggio tra vecchio e nuovo mondo alla scoperta di leggende, curiosità e persone legate a questa tradizionale pianta natalizia
Pagnotte di Angera

Il pane di Angera: dallo scavo alla tavola, i segreti di una delizia millenaria

Trasformare la scoperta di cereali antichi in un pane che si vende dal panettiere cambia la percezione del pubblico verso l’archeologia? E il turismo e gli affari ne traggono beneficio? A conoscere la storia del pane di Angera pare proprio di sì. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questa bontà antica.
Via francigena, cartello, segnaletica

La via Francigena e altri cammini italiani: cose da sapere

Via Francigena ma non solo: un vademecum sullo “stato dell’arte” dei molti cammini della fede in terra italica, e notizie utili su come informarsi e organizzarsi per viaggiare “lenti” sulle orme dei pellegrini antichi
ecoturismo e archeologia

Ecoturismo e archeologia: perché conviene, in 5 punti

L’ecoturismo non è solo un modo di viaggiare, è anche un modo di pensare, vivere e conoscere l’ambiente e il territorio. Attraverso il principio della sostenibilità, anche i siti archeologici ci guadagnano. Come? Scopriamolo
Pontecagnano, parco InVita

Il Parco InVita di Pontecagnano: dai rifiuti all’ecoturismo

Era una discarica e ora è un parco eco-archeologico dove le rovine convivono felicemente con gli orti sociali. É luogo di ritrovo per le famiglie di Pontecagnano. Ma come rendere tutto ciò sostenibile e capace di generare occupazione per i giovani? É la scommessa del progetto Il Parco InVita che si ispira a un’idea già vincente: gli Ecobox
Priolo, archeologia, petrolio

Petrolio e archeologia, cosa c’è di nuovo

Il voto di domenica 17 aprile è sempre più vicino: gli italiani dovranno decidere sulle estrazioni di idrocarburi entro le 12 miglia dalla costa. Nel frattempo, nuovi dati emersi proprio a pochi giorni dalla consultazione confermano: archeologia e petrolio non vanno proprio d’accordo
sebastiano tusa, petrolio,

‘Favorire il turismo, non il petrolio’: parla Sebastiano Tusa, Soprintendente del mare

Petrolio e turismo non sono compatibili: o l’uno o l’altro. Lo capiremo la prossima estate, quando sulle coste siciliane vedremo meno turisti a causa del recente disastro petrolifero alle isole Kerkennah. Per questo il referendum del 17 aprile è importante: può far capire alla gente quanto le trivelle sono pericolose​
referendum trivelle, petrolio, greenpeace

Oltre l’oro nero: perché il referendum sulle trivelle interessa tutti noi

Il prossimo 17 aprile un referendum chiede agli italiani di esprimersi sulle trivellazioni entro le 12 miglia dalla costa. Ma oltre al semplice quesito c'è di più. Archeostorie ha provato a capire da che parte stare
Terra dei fuochi

Morte nella Terra dei Fuochi

La terra conserva memoria di tutto, anche della storia più recente. La terra oggi è avvelenata. Gli archeologi scavano la terra e la conoscono molto bene. E per quella terra avvelenata, gli archeologi muoiono.
onda, porto di Classe

Dall’Onda al porto, quant’è sostenibile il sito del Porto di Classe?

Dal Mosaico dell’onda all’Antico porto: i lavori al sito di Classe sono stati presentati come un modello per le valorizzazioni paesaggistico-ambientali future. Li indaghiamo con un “vero o falso”.

Archeostorie consiglia